La guida BGB per fare la differenza nella stanza da bagno con una rubinetteria di pregio

Skip to entry content

Se a molti può sembrare solo un dettaglio dell’arredamento bagno, la rubinetteria è un elemento che può determinare completamente il carattere di una stanza.

Dai classici rubinetti cromati, a quelli più contemporanei matt, questi elementi di arredo hanno un ruolo centrale nell’impatto estetico di un bagno, determinando l’equilibrio e lo stile di una stanza, grazie a materiali e finiture differenti.

Ecco la guida BGB per scegliere una rubinetteria che faccia davvero la differenza nel vostro bagno!

Nella scelta di questi componenti d’arredo, tre sono gli elementi fondamentali da tenere in considerazione: la finitura, la tipologia e l’utilizzo.

  1. Finitura

Se fino a qualche anno fa, la finitura della rubinetteria era solo cromata, ora questo aspetto è esploso, abbinandosi a scelte cromatiche di impatto, capaci di diventare un aspetto predominante del risultato estetico finale.

Ecco quindi che tra le tendenze della rubinetteria bagno più in voga in questo momento troviamo finiture più luminose come l’ottone o i materiali dorati, che ben si sposano ad rubinetteria in stile classico, ma che - se declinate in forme minimal – risultano impattanti anche in un bagno moderno.

Modello Daisy - Catalogo Teorema Special Finishes BGB

Per chi invece ama rimanere sul classico e predilige il colore metallico ci sono poi le finiture spazzolate, una scelta perfetta per interni eleganti dai toni antichi ed accoglienti.

Seguono poi i rubinetti opachi, tipicamente in bianco e in nero, ideali per essere inseriti sia all’interno di un elegante arredo total white o total black, che in abbinamento a tinte più accese per creare originali contrasti cromatici.

Modello Jabil 25 - Catalogo Teorema Special Finishes BGB

  1. Tipologia

Il modo di azionamento di un rubinetto influisce sulla comodità e praticità durante l’uso quotidiano, ecco perché ogni rubinetto va scelto in base alla tipologia e al tipo di apertura che meglio si adatta alle proprie esigenze.

I rubinetti possono quindi essere:

Monocomando: anche detto miscelatore. Si tratta della tipologia più diffusa in grado di mescolare facilmente acqua calda e acqua fredda. Ha un’unica maniglia, laterale o superiore, per aprire, chiudere e regolare la temperatura e la quantità di acqua erogata. Una cartuccia di ceramica all’interno del rubinetto controlla il flusso e la temperatura dell’acqua, impostati e regolati attraverso la manopola.

Modello Scaccomatto - Catalogo Teorema Special Finishes BGB

Bicomando: è il classico rubinetto con due manopole distinte per regolare acqua fredda e acqua calda. La scelta di questo rubinetto dipende dal proprio gusto personale e dallo stile del bagno. Grazie a nuove forme e linee più attuali, stanno bene in ambienti bagno eleganti e dal gusto classico, retrò o rivisitato in chiave moderna.

Modello Daisy - Catalogo Teorema Special Finishes BGB

Monoacqua: può essere azionato a pulsante, manopola singola o con sensore e può erogare solo acqua calda, fredda o premiscelata. 

Miscelatore termostatico: permette di impostare la temperatura dell’acqua ideale e di mantenerla costante anche quando ci sono sbalzi di pressione, evitando così di dovere correggere continuamente la regolazione della temperatura.

Miscelatore termostatico: permette di impostare la temperatura dell’acqua ideale e di mantenerla costante anche quando ci sono sbalzi di pressione, evitando così di dovere correggere continuamente la regolazione della temperatura.

  1. Utilizzo

Ultimo aspetto da tenere in considerazione è poi l’utilizzo che si farà del rubinetto. Questo perché esistono più tipologie di rubinetti per il bagno, da scegliere in base a dove vanno installati, quali:

Rubinetto per lavabo; disponibili a parete, sul lavandino oppure sul piano del mobile o il top nel caso dei lavabi d’appoggio.

Modello LAB 3.0 – Catalogo Teorema Special Finishes BGB

Rubinetto per bidet; è simile al rubinetto per lavabo e si installa direttamente sul sanitario.Ha il rompigetto orientabile per direzionare il getto.

Rubinetto per vasca e vasca idromassaggio; haun pulsante o un pistone che serve a deviare il flusso d’acqua alla doccetta o alla canna per riempire la vasca. Può essere fissato a parete o a bordo vasca o a pavimento, in base alla predisposizione idraulica.

Rubinetto per doccia; a differenza del rubinetto per vasca, non ha l’uscita verso la canna. Può erogare l’acqua solo alla doccetta o al soffione grazie al deviatore, spesso integrato.

Colonna doccia o pannello con idromassaggio; una soluzione ideale di design per completare la vasca o la doccia aumentando anche la praticità.

Colonna doccia Elizabeth - Catalogo Teorema Special Finishes BGB

BGB ha capito l’importanza della rubinetteria nell’arredamento bagno e per questo propone un vasto assortimento di rubinetti adatti a qualsiasi esigenza e stile.

Un esempio? I prodotti Teorema, sintesi di design, usabilità e qualità nella rubinetteria da bagno realizzati con innovative tecnologie che consentono un design versatile ed impeccabile, nel rispetto di una filosofia di vita eco-sostenibile.

Fiore all’occhiello è poi la fascia di prezzo, divisa in molteplici soluzioni di design, dallo squadrato minimale alle linee tonde e sinuose, per un prodotto italiano di tendenza garantito e attentissimo al risparmio d'acqua.

Scrivici su Whatsapp allo 03561057 per richiedere l'esclusivo catalogo Teorema Finiture Speciali o per fissare un appuntamento con uno dei nostri esperti!